74406146 10157300722775342 8901404056937824256 O

ANNALISA CERVONE

DOCENTE jmc

Hits: 1

Annalisa Cervone è nata a San Giorgio del Sannio il 14 aprile del 1977.
Dal 2005 svolge l’attività di docente di Storia e Filosofia.
Dopo la maturità classica, ha frequentato l’Università Federico II di Napoli dove, nel 2000, si è laureata in Filosofia estetica. Sempre presso l’Ateneo partenopeo, nel 2005, ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento superiore e dal 2000 al 2003 ha collaborato con Aldo Trione, allora ordinario della cattedra di Estetica. Dal 2002 al 2003 ha anche frequentato un Corso Master ASP (advanced study program) in Scrittura Cinematografica e Televisiva presso l’ISC – Istituto Superio di Comunicazione, sede di Roma. Nel 2009 si è iscritta ad un nuovo corso di laurea, sempre presso la Federico II di Napoli, dove nel 2011 ha conseguito la laurea magistrale in Antropologia culturale ed Etnologia con una tesi sull’epistemologia della ricerca foto-etnografica.
Dal 2016 ha cominciato a studiare fotografica prima presso laPigrecoemmedi Napoli, scuola di cinema, televisione e fotografia e poi con l’Accademia Julia Margaret Camerondi Benevento. Attualmente sta concludendo un dottorato di ricerca in Semiotica visiva e Scienze delle immagini presso l’Università degli Studi di Palermo. Annalisa Cervone ha pubblicato diversi saggi e articoli di Estetica e di Storia del pensiero: Arte, Natura, Storicità.Per una riabilitazione ontologica del sensibile, in «Bollettino Filosofico», Dipartimento di Filosofia dell’Università della Calabria, Edizioni Brenner, Cosenza 2001, 458 e ss. Recensione del testo curato da R. Bufalo e P. Colonnello,Arte, Natura, Storicità, Luciano Editore, Napoli 2000, 207 pp. (= «Eccedenze del passato», 4), apparsa nel vol. 54° (2001), Fasc. 2 – Aprile-Giugno, diSapienza,rivista trimestrale di filosofia e teologia dei Domenicani d’Italia.
L’estetica assenziale dell’Adone, in «Atti dell’Accademia di scienze morali e politiche», vol. CXII – anno 2001, Giannini Editore, Napoli 2002, pp. 91-103. Unamodernità ambigua e conciliante, in Il dottor causidico. Diritto, politica, fedein Alfonso M. De’ Liguori, a cura di P.L. Rovito, Arte Tipografica, Napoli 2005, pp. 289-324.
La metafisica di Tommaso Rossi. Dall’ontologia “della presenza” all’antropologia del “mirabil composto”in Benevento e il Sannio nel Settecento, «Rivista Storica del Sannio», Arte Tipografica, Napoli 2006, n. 2, pp. 229 e ss. Giansenismo e regalismo nel Settecento italiano, in Stati e chiese nazionali nell’Italia di antico regime, a cura di Mario Spedicato, Edipan, Galatina 2007.
Nel 2007 ha anche ricevuto una menzione d’onore dal Centro Internazionale di Studi Borgiani di Velletri per un contributo scientifico dal titolo, L’antigiannonismo di Stefano Borgia.
Ha infine collaborato con la “Rivista Storica del Sannio” (2005/2006) e con la Rivista trimestrale di cinema e teatro diretta da Luigi Sardiello, Filmaker’s magazine(2003/04).

Altri Membri